Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube

ACCORDO FIRMATO - Palazzetto dello Sport in località Pania

PIANO 2
COMUNE DI CHIUSI
images/COPERTINA_CHIUSI.jpeg

Un Palazzetto dello Sport per Chiusi Scalo, ristrutturato e omologato per i campionati professionistici. Martedì, 13 ottobre 2020 - è stato ufficializzato l’accordo relativo al Fondo Sport e Periferie tra il Presidente e Amministratore delegato di Sport e Salute S.p.A., avv. Vito Cozzoli, e il Sindaco dell’Ente beneficiario, Juri Bettollini, che attribuisce 205 mila euro al Comune per il completamento del nuovo complesso sportivo di Chiusi Scalo – Palazzetto dello Sport.

L’area preesistente era stata destinata alla costruzione di uno stadio di calcio rimasto incompleto, ora, l’Amministrazione l’ha ripensata nell’ottica multidisciplinare e in località Pania si giocherà a volley, a basket, a calcio a 5, a pallamano e si praticheranno le attività indoor (atletica, ginnastica ecc.). La struttura sarà anche utilizzata per eventi e manifestazioni socioculturali che favoriscano i processi aggregativi e inclusivi.

La riqualificazione dell’impianto rientra tra gli interventi, approvati nel Secondo Piano Pluriennale (D.P.C.M. 22 ottobre 2018), di attuazione del Fondo e contribuisce a realizzare un’opera del valore complessivo di 260 mila euro. L’Ente beneficiario avrà l’impegno di sopperire alla copertura delle risorse addizionali necessarie (55 mila) e potrà completare una struttura sportiva di grande valore atletico e sociale, oltre a restituire casa all’Emma Villas, la squadra di pallavolo in A2 costretta a disputare il campionato a cento chilometri da Chiusi per mancanza di strutture idonee.

Le attività di adeguamento e completamento interesseranno diverse aree d’intervento, frazionate in parti da recuperare. Nell’area del campo di calcio, rimasto incompleto, si agirà sugli spogliatoi e sui locali di servizio esistenti convertendoli per il nuovo Palazzetto. Si procederà con: la ripresa degli intonaci interni agli spogliatoi e dei locali di servizio posti sotto la tribuna; la tinteggiatura di tutte le aree su cui si interverrà con il ripristino dell’intonaco deteriorato; la ripresa superficiale del cappotto esterno della sala muscolazione, del tunnel e dell’infermeria per il pubblico; la sigillatura di alcuni infissi e delle relative soglie con pasta siliconata; la demolizione dei pavimenti e dei rivestimenti nella sala muscolazione, nello spogliatoio e nella scala; la posa di pavimento in gomma, uguale a quello già esistente nelle predette zone; la fornitura e l’installazione degli sportelli di chiusura per la cassetta collettori; la demolizione dei controsoffitti nella sala muscolazione, negli spogliatoi giocatori e arbitri, nel magazzino, nei servizi per il pubblico e per il personale di servizio, nell’infermeria per il pubblico; la realizzazione di controsoffitto in cartongesso nelle predette zone; la tinteggiatura con idropittura su controsoffitti; la realizzazione di opere di ripristino e impermeabilizzazione contro terra della zona infermeria per il pubblico e per i sistemi di drenaggio; l’installazione degli infissi con interno in alluminio; la pulizia del calcestruzzo (cls) ammalorato sulla pensilina-dietro tribune; la tinteggiatura con idropittura murale su pareti esterne e interne del blocco spogliatoio; il trattamento elastomerico sulla facciata centrale termoelettrica.

All’interno del Palasport si realizzerà il pavimento, con finitura industriale al quarzo, nella zona antistante i servizi igienici, si interverrà sul cappotto per sistemare la zona tunnel e si installerà il corrimano metallico. Infine, nell’area esterna alla struttura sportiva si provvederà a eseguire la costruzione della soletta in cls armato, perimetrale al palazzetto e completa di fornitura e posa in opera di griglie e pozzetti per l’evacuazione delle acque meteoriche. Saranno sostituiti i coperchi dei pozzetti in cls con i pozzetti carrabili ed effettuate le operazioni di puntamento dei proiettori delle torri faro. Anche l’impianto elettrico sarà rinnovato e consentirà l’accensione frazionata del gruppo luce di ogni singola torre; mentre il piazzale nella zona posteriore alla struttura (lato sud) sarà disposto con pietrisco e graniglia. In ultimo, è prevista la delimitazione con rete e cancello e la fornitura di tratti di parapetto metallico.

Di seguito le immagini dello stato attuale dell'impianto.