Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubelinkedintelegramcustom1

ACCORDO FIRMATO - Stadio Tre Torri

PIANO 2
COMUNE DI CAMPOBELLO DI LICATA
images/Copertina_Campobello_di_Licata.jpeg

Martedì, 17 novembre 2020 - è stato firmato l’accordo tra il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute S.p.A., avv. Vito Cozzoli, e il Sindaco del Comune di Campobello di Licata, Giovanni Picone, per la rigenerazione e messa a norma del complesso sportivo Stadio “Tre Torri” in via Luigi Giglia. Il contributo è stato concesso nell’ambito del Secondo Piano Pluriennale - Fondo Sport e Periferie D.P.C.M. 22 ottobre 2018 – per euro 99.200,17 a copertura completa dell'intero intervento.

 

Un complesso sportivo da riqualificare e utilizzare in tutte le sue funzioni: bocce, calcio, tennis e calcio a 5. Molteplici i lavori preventivati e tutti diretti a migliorare sia le condizioni dell’impianto sia il potenziamento delle prestazioni agonistiche per le discipline offerte. Verrà dismessa la superficie pavimentata del campo di tennis, messa in posa una nuova pavimentazione in resina acrilica e saranno sostituite parzialmente le reti di recinzione dei campi. Inoltre, il locale medico verrà riqualificato attraverso la rimozione degli infissi esterni in alluminio, verranno montate due porte interne rivestite in laminato plastico e sarà realizzata una orditura del tetto con nuovi elementi. Ancora, verranno sistemati gli spogliatoi con interventi di manutenzione, sia sugli impianti idrico ed elettrico, sia sulle strutture edilizie (infissi, pavimentazioni, tinteggiatura pareti). In ultimo, la demolizione e il ripristino dei piatti doccia e della pavimentazione negli spogliatoi. Mentre, nell’area esterna è prevista l’installazione di una recinzione tra gli spogliatoi e i tre campi di gioco, così da consentire la divisione dei percorsi del pubblico da quella dei giudici/atleti.

 

La struttura alle porte del Comune occupa una posizione geografica strategica per la realizzazione di questo progetto molto ambizioso che può fare di Campobello un punto di riferimento anche per le aree limitrofe, costituendo una ghiotta occasione anche a livello di aggregazione sociale, inclusione e partecipazione.

 

Sembrerebbe un progetto ben studiato per una comunità che punta all’inclusione.

 

Di seguito le immagini dello stato attuale dell'impianto.