Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube

ACCORDO FIRMATO - Palestra Comunale

PIANO 2
COMUNE DI VENEZIA
images/sport-periferie/Copertina_Venezia_mestre_2.jpg

Lunedì, 22 febbraio 2021 – è stato firmato l’accordo tra il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute S.p.A., avv. Vito Cozzoli, e il Sindaco del Comune di Venezia, dott. Luigi Brugnaro, per i lavori di ampliamento dell’impianto di ginnastica SPES a Mestre. 

Il contributo concesso, pari a 500 mila euro, rientra nel Secondo Piano Pluriennale grazie alla rimodulazione - DPCM 25.07.2019 - degli interventi finanziati a valere sul Fondo Sport e Periferie. La compartecipazione contribuisce a realizzare un progetto del valore complessivo di 1 milione e 200 mila euro. La copertura della restante parte, 700 mila euro, sarà garantita dall'impegno sottoscritto dall'Ente beneficiario.

Allo stato attuale la palestra sportiva SPES - costruita negli anni '60 - è utilizzata per la pratica della ginnastica artistica di livello. L'edificio si compone di due parti e beneficia di un'area esterna: il primo spazio ha una forma a pianta rettangolare (dimensioni 44x20 m), è fornito di tribuna per gli spettatori e di attrezzi necessari all'attività agonistica; il secondo spazio è destinato a ospitare i servizi igienici, gli spogliatoi e i locali necessari per la gestione e l'amministrazione delle attività sportive.

L’impianto può contare su ben due parcheggi pubblici (posti sui lati corti dell'impianto) che offrono un comodo servizio per la fruizione del luogo.

A sud vi è uno spazio su cui la S.S. SPES ha dei programmi futuri di ampliamento della palestra esistente e dove aggiungerà un nuovo fabbricato. Questo ulteriore locale non verrà omologato come campo di gara e non sarà soggetto al rispetto delle dimensioni planimetriche specifiche, sarà però idoneo alla pratica di attività ginniche di livello giovanile e pre-agonistico, all’allenamento e al riscaldamento degli atleti.

Gli interventi previsti nel progetto esecutivo - a cura dell'ingegnere Fausto Frezza e di una équipe di professionisti - sono volti ad abbattere ogni forma di barriera architettonica e a favorire l’inclusione. Infatti, è stata installata una rampa per garantire il collegamento tra le aree gioco/allenamento.

La riqualificazione verrà interamente condotta con materiali ecologici.

Nella Palestra sarà anche realizzato l’isolamento acustico delle pareti e posato il pavimento tecnico in gomma naturale. L’edificio avrà due uscite di sicurezza, un nuovo spogliatoio con bagno, una infermeria e un deposito.

Di seguito alcune foto del luogo dell'impainto: