Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube

Lo Sport valoriale per una società illuminata

PIANO 1
COMUNE DI AFRAGOLA
images/sport-periferie/copertina_afragola.JPG

È quello che sta accadendo ad Afragola che ha ottenuto dal Fondo Sport e Periferie le risorse economiche per sostenere un progetto sociale di alta qualità e forte impegno civile. Il Centro Alpha@Center prende casa all’Ex Stazione di controllo autoveicoli-Motorizzazione Civile-SCA e, ottenuta la residenza, si prepara a includere un campo di calcio a 11 con annessi spogliatoi dove far giocare tutti, prima con il cuore e poi, casomai, da professionisti.

Un caso di sport d’inclusione in una zona marginalizzata del Comune dove il rischio è troppo alto e dove - dal 2017 - più di trenta volontari dedicano qualche ora della propria giornata al doposcuola.

Un partenariato d’azione con lo scopo di integrare socialmente adulti e bambini attraverso lo sport. Il recupero come concetto base. Si è partiti dalla rigenerazione della sede procedendo verso l’educazione integrale della persona puntando sullo sport e sulla scuola.

In questa area difficile di territorio il monitoraggio continuo e il tutoraggio familiare sono gli strumenti di speranza.

“Costruire un rapporto di fiducia è fondamentale. Facciamo il monitoraggio scolastico, l’accompagnamento personalizzato e ripetiamo sempre che per andare a scuola calcio si deve andare sempre a scuola ed essere promossi”, afferma l’avv. D’Antò, anche ideatore e promotore. Un progetto che coinvolgerà 400 bambini e che ha già 50 volontari e 6 unità del servizio civile.

Le figure professionali inquadrate nella struttura ad oggi sono 12.

I principali artefici hanno il nome di APD Polisportiva Rosario Vittoria, ODV Punto Cuore, Parrocchia del SS Rosario e Fondazione milanese Stabat. La rete ha facilitato l’impresa dividendo il carico di competenze e il numero delle azioni di sostegno.

La ricerca dei fondi continua al fine di trasformare il Centro in un punto di riferimento e di aspettativa per il futuro di bambini e ragazzi del quartiere. Le risorse servono a completare tutte le azioni/attività previste e a implementare servizi e personale.

Il 2006 è stato l’anno della scommessa! Quando un gruppo di professionisti afragolesi decisero di unire le forze e fare squadra per offrire ai ragazzi di zone a rischio un percorso educativo basato sui valori dello sport.

Non è un progetto casuale ma frutto di un attento studio da project manager con tanto di proiezione nel tempo e valutazione di fundraising ci spiega Luigi D’Antò, che con ODV Punto Cuore ha ottenuto l’aiuto di quattro Fondazioni private italiane fautrici della realizzazione dei primi blocchi del programma, soprattutto impresa sociale “Con i Bambini” e la Fondazione milanese Peppino Vismara, concretizzando due campetti di calcio (a 5 e a 7 giocatori), gli spogliatoi, le spese di funzionamento e di riqualificazione della struttura. Metodo con il quale andare avanti per migliorare e migliorarsi.

Un Fondo per continuare il sogno. Il Fondo Sport e Periferie, oltre che alla preparazione agonistica di interesse nazionale, pensa alle aree svantaggiate e zone periferiche e non poteva non finanziare Afragola con un contributo di circa 670 mila euro. Lo scopo di riqualificare spazi sportivi da restituire all’uso della cittadinanza, agendo per contrastare gli squilibri economico-sociali sembra calzante con quello di Alpha@Center. Restituire al “Rione Salicelle” una cittadinanza coesa e rispettosa dei diritti umani attraverso i valori dell’amicizia, dell’istruzione e dello sport è l’augurio migliore che si possa fare alla comunità.

E la Dott.ssa Anna Nigro - Commissario Straordinario Viceprefetto – ha raccolto la sfida firmando la rimodulazione dell’accordo il 16 luglio 2021 e facendosi carico degli impegni come stazione appaltante: entro 30 giorni dalla stipula dovrà comunicare a Sport e Salute S.p.A. – Ufficio Sport e Periferie – tutti i documenti e procedure necessarie per avviare l’iter degli appalti pubblici in osservanza delle normative vigente. La proiezione di durata dei lavori espressa nel cronoprogramma è pari a 18 settimane dall’avvio dei lavori.

Pochi mesi e Alpha@Center crescerà assieme alle aspettative di bambini e adulti.

 

Di seguito alcune foto dell'impianto e delle attività: