Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube
images/studi-e-dati-dello-sport/schede/2021/70-Cover-ambiente-urbano.jpg

Ambiente urbano

Anno di pubblicazione:  2021
Autore:

L’ISTAT propone una panoramica degli indicatori dell’ambiente urbano, utile come benchmark per la futura valutazione dei programmi di ripresa post crisi (Green deal europeo e Piano nazionale di ripresa e resilienza, PNRR).

Con riferimento agli stili di vita sani e attivi, si segnalano in particolare i temi della mobilità sostenibile (car e bike sharing, piste ciclabili) e gli indicatori sul verde urbano accessibile, rispetto ai quali si evidenziano qui di seguito i dati più salienti:

Ciclabili

  • Continuano ad aumentare i km di piste ciclabili (+15,5% dal 2015).
  • L’estensione complessiva delle piste ciclabili supera i 4.700 km.
  • La densità è molto maggiore nelle città del Nord (57,9 km per 100 km , contro 15,7 del Centro e 5,4 del Mezzogiorno).
  • Le ciclovie sono in forte crescita nel Mezzogiorno (+30,6% dal 2015) ma restano insufficienti.
  • Tra i capoluoghi metropolitani, Torino e Milano presentano i valori più elevati (166,1 e 123,3 km per 100 km2), seguiti da Bologna e Firenze con poco meno di 100. Per contro, se le città del tutto prive di piste ciclabili sono poche, ben 29 (tra cui Reggio di Calabria, Messina e Catania) dispongono di una rete molto ridotta (meno di 10 km).

Verde urbano accessibile

  • Il Nord Italia registra 24,7 mq per abitante di verde urbano accessibile, il Mezzogiorno 22,8, il Centro 18,9. La media nazionale si ferma a 22,5.
  • I capoluoghi metropolitani fanalino di coda con 15,8 mq, mentre gli altri capoluoghi toccano la vetta con 30 mq per abitante.

Bike sharing

  • I capoluoghi con servizi di bike sharing sono 53 (45 nel Centro-Nord, 8 al Sud).
  • Il numero è in calo dal 2015, ma l’offerta pro capite è più che triplicata: da 6 a 19 biciclette ogni 10 mila abitanti (29 nei capoluoghi metropolitani).
  • L’offerta è più alta nelle città del Nord (32 biciclette ogni 10mila abitanti, contro 17 del Centro e 2 del Mezzogiorno).
  • Fra i capoluoghi metropolitani i valori più alti si rilevano a Firenze e Milano (109 e 96 biciclette ogni 10mila abitanti), seguite da Bologna (68) e Torino (35).