Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

instagramyoutubelinkedin

images/nutrizione/COLORI_blu-viola-nero-2-06_Desk.jpg

Blu-viola-nero

Questo colore è tipico di tanta verdura e frutta, melanzane, cavolo cappuccio rosso, patate viola, radicchio, riso nero e fagioli neri, frutti di bosco, fichi, uva e prugne nere, di alcuni fiori, del riso venere (riso nero) ed è in particolare dovuto alla presenza di antocianine.

Queste hanno la funzione come tutti i pigmenti vegetali di attirare gli impollinatori e di respingere animali e insetti dannosi. Le antocianine cambiano colorazione a seconda dell’acidità dell’ambiente.

Le antocianine sono dei potenti antiossidanti, con azione antiinfiammatoria e antiinvecchiamento. Sembrano avere un’azione protettiva a livello dell’endotelio vascolare, favorendo il mantenimento di valori pressori nella norma.

Alcuni studi su animali dimostrano come un buon apporto di antocianine possa ridurre il rischio di insorgenza di malattie infiammatorie intestinali, interagendo anche con il microbiota intestinale.

ATTENZIONE! In cottura se ne può perdere dal 50 all’80% quindi è bene per le verdure scegliere la cotture brevi e a vapore. La frutta è bene consumarla fresca.

Verdura e frutta blu e viola contengono anche buone quantità di vitamina C e potassio. Le melanzane sono un’ottima fonte di magnesio.

I mirtilli contrastano l’insorgenza delle infezioni urinarie, forse per la capacità di acidificare le urine e ostacolare la proliferazione batterica

RICETTE:

a colazione: yogurt bianco con fiocchi di cereali integrali, frutta a guscio e frutti di bosco essiccati. A seguire mix di frutta fresca in tazza: uva nera, prugne, frutti di bosco, pesca con granella di pistacchi.

dopo un allenamento intenso: un piatto unico a base di riso venere con salmone affumicato, verdure crude, per esempio radicchio tagliato a fettine sottili, condire con olio, pepe rosa, succo di limone e arancio.

A cena: filetto di pesce al vapore con spezie e erbe aromatiche con contorno di patate viola e bianche al forno.

CURIOSITÀ:

Le patate viola sono originarie del Perù, in Italia la produzione è molto aumentata negli ultimi anni. Hanno la buccia spesso e la polpa viola marezzata. Sono ricche di antocianine ma molto farinose, tanto che se ne consiglia l’accoppiamento con patate a pasta bianca.

 

 

Testi redatti a cura di:
CONI Sport Lab “Istituto di Medicina dello Sport”