Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
Primo piano

Sabelli: "Firmeremo a breve con Coni, non c’è un piano B"

images/nextgen2019.jpg
"Incomprensioni inevitabili, collaboreremo con buon senso"
 
L'AD di Sport e Salute, Rocco Sabelli, considera "normali" le "incomprensioni" avute in passato con il Coni e conferma che il contratto di servizio sarà firmato "a breve" con Giovanni Malagò.
L’Ing. Sabelli afferma infatti che "è normale e inevitabile che il break-up da Coni Servizi richieda tempo, che ci siano incomprensioni e un po' di resistenza. Ma non c'è un piano B, firmeremo e collaboreremo, c'è solo da gestire questa fase con buon senso, contendendo le proprie visioni. Il Ministro dello Sport Spadafora e il suo ufficio stanno avendo un ruolo molto equilibrato. È solo una questione di giorni, poi ogni problema sarà risolto. Siamo ai tavoli tecnici per definire le ultime formulazioni. La nostra collaborazione è scritta nella legge e nel buon senso, dovremo dare una forma positiva ed efficace ma alla fine si farà". 
Rocco Sabelli, a margine della conferenza stampa di presentazione delle Next Gen ATP Finals, sottolinea la bontà della prima operazione di Sport e Salute: "La nostra prima decisione sulle eccedenze del 2019 è piaciuta ai cittadini e anche allo stesso Coni che per noi è uno stakeholder importante.
Noi siamo una società pubblica al 100% a cui il Governo ha dato la mansione di indirizzare le risorse".