Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube

ACCORDO FIRMATO - Centro Sportivo Polifunzionale

PIANO 3
COMUNE DI VIETRI DI POTENZA
images/Copertina_Vietri_di_Potenza.JPG

Dopo 40 anni contrada Mosileo cambia veste: tuta e scarpe da ginnastica o costume e occhiali. Il 21 ottobre 2020 tra il Dipartimento dello Sport e il Comune di Vietri di Potenza si sigla l’accordo per cambiare volto all’area “ex insediamento terremotati”. Aprire il cantiere della ricostruzione è l’idea del Sindaco – Christian Giordano – e la zona interessata è di circa 30 mila metri quadri, l’area che ospitò i prefabbricati post-terremoto del 1980, che sostituivano le case in macerie, ieri, e raccontano ancora tante storie, oggi. 

Un progetto di 699.874,62 euro che ha subito registrato il benestare governativo e la firma del Capo del Dipartimento per lo Sport – dott. Pierro. Il Fondo di Sport e Periferie contribuirà con 500 mila euro. Lodevole anche l’impegno dell’ente beneficiario che stanzierà la copertura della cifra rimanente. 

Contrada Mosileo sussulta, questa volta però per la bella notizia. 

Sorgerà un centro sportivo polifunzionale per la pratica dello sport all’aperto, lì, dove per lungo tempo la sofferenza ha alloggiato tra pannelli e telai. Dopo la ricostruzione del centro storico e lo smantellamento dei container l’area è stata abbandonata e spopolata, vige il degrado. L’ubicazione però è fortunata, ben collegata sia a diversi centri dell’ultimo lembo della provincia salernitana, sia alle aree limitrofe regionali. Inoltre, è baciata dalla Basentana e fa capolino anche l'autostrada A2 del Mediterraneo. Il progetto, quindi, guarda lungo alla posizione strategica del polo sportivo che potrebbe rilanciare l’aspetto economico.

Della “landa desolata” saranno utilizzati e riqualificati 4,5 chilometri quadrati della parte sud. L’area permetterà di praticare, al suo interno, discipline riconosciute dal CONI e, per far ciò, ha previsto le seguenti aree di gioco: piscina semi-olimpica (nuoto, pallanuoto, nuoto sincronizzato, nuoto riabilitativo, ginnastica in acqua e attività subacquee) con annesso spogliatoio e aree servizi igienici; due campi di bocce di dimensioni regolamentari FIB; area destinata al tiro con l’arco; area per il gioco dei birilli; area verde per il gioco delle freccette; area per il tiro alla fune. Sarà, inoltre, curato l’impianto d’illuminazione delle strutture e dello spazio completo, disposto per l'abbattimento delle barriere architettoniche. 

Questa volta in c.da Mosileo si trasferisce lo sport che costruisce e dà opportunità.

Di seguito le immagini dello stato attuale dell'impianto e dell’opera sportiva da realizzare.