Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube

ACCORDO FIRMATO - Impianto di Canottaggio

PIANO 2
COMUNE DI CALDAROLA
images/Sport-e-periferie-Caldarola.jpg

Giovedì, 12 novembre 2020 – è stato firmato l’accordo tra il Presidente e Amministratore Delegato di Sport e Salute S.p.A., avv. Vito Cozzoli, e il Presidente, legale rappresentante Giampiero Feliciotti dell’Unione Montana dei Monti Azzurri, per l’avvio dei lavori di manutenzione straordinaria della torretta dei giudici di gara dell’impianto di canottaggio sul lago di Caccamo. Il contributo concesso di 85.921,06 euro – Secondo Piano Pluriennale – Fondo Sport e Periferie (D.P.C.M 22 ottobre 2018) – permette di realizzare un progetto del valore complessivo di 114.562,06 euro. La copertura dei restanti 28.640,52 euro è l’impegno dell’Ente beneficiario.

Il comune di Caldarola è stato per trent’anni capofila del “Conturisport” e ora, a causa di provvedimenti legislativi che impediscono la costituzione di consorzi tra comuni, ha ceduto il timone all’Unione Montana dei Monti Azzurri. Comproprietario insieme ai Comuni di Belforte del Chienti, Serrapetrona, Cessapalombo e Camporotondo, oltre all’Unione Montana dei Monti Azzurri, Caldarola si è occupata dell’unico impianto di canoa-canottaggio della regione Marche in grado di ospitare campionati nazionali e internazionali – disputati a lungo – sul lago di Caccamo.

I lavori dettagliati nel progetto esecutivo (ufficio tecnico dell’unione, architetta Simona Porfiri) sono diretti a recuperare e rinnovare varie parti della struttura che allo stato attuale verte in condizioni di degrado. Si restituirà la piena funzionalità e sicurezza dell’impianto secondo le procedure richieste dalla Federazione Italiana Canoa. Si procederà alla pulizia del piazzale per l’istallazione dei pettini reggi-canoa, rimessa canoe e alla profilatura della scarpata con asportazione di terreno franoso e ripulitura delle sterpaglie; sarà livellata l’area accoglienza autorità e pubblico con ghiaino e realizzata una piattaforma in cemento precompresso come alloggio per due container disposti a rimessa-canoe.

La struttura, inoltre, si avvale della collaborazione strategica dell’Università di Camerino e di Legambiente per la cura dell’area verde circostante.

Di seguito le immagini dello stato attuale dell'impianto.