Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube
images/studi-e-dati-dello-sport/schede/2020/37-38-39-Cover.jpg

Gli italiani, lo sport e l'emergenza Covid19: gli aggiornamenti di settembre, ottobre e dicembre 2020

Anno di pubblicazione:  2020
Autore:

Gli italiani sono rimasti attivi al rientro dalle vacanze? Quali le percezioni rispetto al Covid e alla sicurezza nei luoghi di sport?

Scopri tutti gli aggiornamenti all'indagine di luglio 2020 nei flash di settembre, ottobre e dicembre.

ALLARME SEDENTARIETÀ

Il numero di italiani che dichiarano di non fare mai attività fisica cresce di 12 punti percentuali rispetto all’indagine di luglio 2020, cui si aggiungono coloro che dicono di farlo 1-2 volte alla settimana (+2 punti). Continuano invece a sentirsi abbastanza o molto in salute, la percentuale di quelli che dice di sentirsi sereno è scesa drammaticamente dal 64% al 49%. Fanno eccezione gli attivi, che si attestano ancora sul 60%.

AUMENTO COSTANTE DELLA SEDENTARIETÀ

LA CHIMERA DEL VACCINO

Il 36% degli intervistati (campione rappresentativo della popolazione maggiorenne) dice che per tornare o cominciare a fare sport aspetterebbe l’inizio della campagna di vaccinazione (11%) oppure che fosse portata a termine (12%) o comunque di essersi vaccinato personalmente (13%).

Questa opinione è tanto più diffusa (48%) tra gli sportivi saltuari, segno che il sacro fuoco dello sport è sempre lì a fare da pungolo.

VACCINARSI PER TORNARE A FARE SPORT