Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube
images/articoli/rugby-sei_nazioni.png

Sei Nazioni, Cozzoli: “Inaugura la stagione dei grandi eventi negli impianti di Sport e Salute SpA. Rugby darà segnale di ripartenza”

“Speravamo in condizioni migliori, ma anche quest’anno, nonostante tutto, negli impianti di Sport e Salute inauguriamo il torneo Sei Nazioni di rugby allo Stadio Olimpico”. Il presidente di Sport e Salute SpA Vito Cozzoli ha annunciato stamattina le date delle partite del grande torneo di rugby che si svolgeranno a Roma. “Speriamo che il torneo riesca a tenere accesa la passione degli atleti e degli appassionati per una ripartenza dello sport di tutti”, ha aggiunto Cozzoli durante la conferenza stampa di presentazione del Sei Nazioni di rugby in programma allo Stadio Olimpico di Roma il prossimo 6 febbraio (Italia- Francia), il 27 febbraio (Italia-Irlanda) e il 13 marzo (Italia-Galles). Tra gli altri erano presenti anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, il presidente del Coni, Giovanni Malagò, e in video conferenza il presidente della FIR, Alfredo Gavazzi.

La partnership tra Sport e Salute SpA e Federugby, iniziata nel 2012, continua con l’organizzazione di uno dei tornei più importanti al mondo. “Per l’edizione 2021, a causa delle restrizioni per l’accesso del pubblico, sono state rideterminate le condizioni della sinergia per dare un segnale di unità e supporto alla manifestazione - ha aggiunto Cozzoli -. Lo scorso ottobre Sport e Salute SpA e FIR, con la partita Italia-Inghilterra, hanno dimostrato grande professionalità ed efficienza nella gestione della sicurezza sanitaria”, rispettando i protocolli RBS.

“Anche se il Covid ci costringerà a fare dei sacrifici Sport e Salute sarà all’altezza anche quest’anno - ha sottolineato Vito Cozzoli -. Sentiremo forte l’assenza del pubblico, lo sappiamo bene, che per questo evento partecipa sempre come fosse una grande festa di colori e armonia. Ma siamo certi che il Sei Nazioni manterrà viva l’emozione per il rugby e per tutti gli sport”.

 

Segui Sport e Salute sugli account social ufficiali per tutti gli aggiornamenti: 

Potrebbe interessarti anche