Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramlinkedintelegramcustom1youtube
images/articoli/allenatrice-bambina.png

Bonus Collaboratori Sportivi, autorizzato il pagamento di 23.392 indennità per oltre 18 milioni di euro

Continuano ad andare avanti le attività di Sport e Salute relative alla procedura per l’erogazione dell’indennità per i Collaboratori Sportivi.

Nell’ambito di tale attività, nella giornata di ieri, Sport e Salute ha disposto il pagamento dell'indennità per 9.420 collaboratori, e segnatamente:

  • il pagamento dell'indennità di euro 800 ai 6.195 collaboratori - facenti parte del novero dei soggetti che hanno presentato la domanda per la prima volta a novembre 2020, ricevendo la corrispondente indennità dopo il 18/12 - che hanno appena confermato di avere i requisiti per l'indennità di dicembre 2020; 
  • il pagamento dell'indennità di euro 600 ai 3.225 collaboratori - facenti parte del gruppo dei soggetti cui sono state risolte le relative problematiche - che hanno appena confermato di avere i requisiti per l'indennità di giugno 2020.

Ieri pomeriggio, si è inoltre tenuto il Consiglio di Amministrazione della Società.

Quanto all’indennità di novembre 2020, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato:

  • il pagamento dell'indennità di novembre 2020, pari a euro 800, a 4.616 collaboratori che hanno prodotto le integrazioni istruttorie che sono state richieste dalla Società;
  • il rigetto delle 1.808 domande relative ai soggetti che non hanno prodotto integrazioni istruttorie;
  • il rigetto delle 1.314 domande relative ai soggetti che hanno prodotto integrazioni istruttorie che non sono state ritenute sufficienti;
  • il pagamento dell'indennità di novembre 2020, pari a euro 800, a 8.755 collaboratori della categoria che è stata oggetto di uno specifico approfondimento istruttorio, tra i quali anche i collaboratori che hanno prodotto nei giorni scorsi le integrazioni richieste dalla Società.

Con riferimento a tale ultima categoria di soggetti si fa presente che la Società sta continuando l’esame istruttorio delle integrazioni prodotte e che ieri è stato l’ultimo giorno utile per produrre le integrazioni istruttorie e che verrà disposto il rigetto di coloro che non hanno caricato i documenti necessari o che hanno allegato documenti insufficienti. 

Quanto all’indennità di dicembre 2020, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato:

  • il pagamento dell'indennità di dicembre 2020, pari a euro 800, ai 285 collaboratori che hanno prodotto le integrazioni istruttorie che sono state richieste dalla Società;
  • il rigetto delle 219 domande relative ai soggetti che non hanno prodotto integrazioni istruttorie;
  • il rigetto delle 120 domande relative ai soggetti che hanno prodotto integrazioni istruttorie che non sono state ritenute sufficienti;
  • il pagamento dell'indennità di dicembre 2020, pari a euro 800, ai 316 collaboratori della categoria che è stata oggetto di uno specifico approfondimento istruttorio, tra i quali anche i collaboratori che hanno prodotto nei giorni scorsi le integrazioni richieste dalla Società.

Con riferimento a tale ultima categoria di soggetti si fa presente che la Società sta continuando l’esame istruttorio delle integrazioni prodotte e che il prossimo 18 gennaio è l’ultimo giorno utile per produrre le integrazioni istruttorie e che verrà disposto il rigetto di coloro che non caricheranno i documenti necessari o allegheranno documenti insufficienti. 

Si precisa inoltre che l’INPS ha comunicato il nominativo di altri 6.392 richiedenti l’indennità di Sport e Salute per i mesi di novembre e dicembre 2020, cui l’INPS stesso ha già erogato l’indennità rientrante nell’ambito dell’articolo 27 del decreto-legge Cura Italia.

In coerenza con l’interpretazione fornita dall’Avvocatura dello Stato, pertanto, a tali soggetti - beneficiari delle indennità di cui agli articoli 19, 20, 21, 22, 27, 28, 29, 30, 38 e 44 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 – appare precluso l’accesso all'indennità per i Collaboratori Sportivi per le successive mensilità.

Si è provveduto, pertanto, a sospendere la posizione dei soggetti interessati e si provvederà al recupero delle somme presso i soggetti cui, nel frattempo, si era erogata l’indennità di Sport e Salute.

Per quanto riguarda le precedenti fattispecie con problematiche INPS, infine, si rinvia a quanto esposto nella news del 10 gennaio 2021 (questo il link Sport e Salute S.p.A. - Aggiornamento indennità Collaboratori Sportivi). Si precisa, fermo restando che i soggetti che hanno legittimamente ricevuto l'indennità dall'INPS sono di competenza INPS, che è in corso il confronto con l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale.

Quanto all’erogazione automatica, con particolare riferimento all’indennità di novembre e dicembre 2020, il Consiglio di Amministrazione della Società, preso atto delle richieste pervenute dai Collaboratori Sportivi che non avevano provveduto per tempo alla conferma dei requisiti di legge sulla piattaforma informatica, ha disposto – anche in considerazione del prolungarsi dell’emergenza pandemica – di inviare nuovamente a tali soggetti, ove aventi diritto, un’ultima mail contenente il link per la conferma dei requisiti di legge, consentendo parallelamente anche l’accesso in piattaforma ai fini dell’espressione dell’opzione.

 

Segui Sport e Salute sugli account social ufficiali per tutti gli aggiornamenti: 

 

Potrebbe interessarti anche