Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
instagramyoutubelinkedintelegramcustom1
images/articoli/Imaugurazione-monte-giberto.jpg

Inaugurazione campo polivalente di Monte Giberto (Fm). Vezzali: “Un euro speso nello sport è un euro speso bene”. Cozzoli: “La rigenerazione dei territori parte anche dallo sport”.

“Venire oggi qui, in una realtà di 700 abitanti, non è stata una scelta casuale. Ho chiesto io di poter inaugurare personalmente questo campo polivalente. Mi piace infatti lanciare da qui, dalle Marche e dal cuore dell’Italia un messaggio di speranza e di ripartenza dello sport italiano. Una ripartenza che passa soprattutto da impianti come questo che non rappresenta solo un luogo di agonismo, ma è anche un luogo di socialità, aggregazione, integrazione ed una vera e propria scuola di valori. Sono anche punti di riferimento per le società del territorio che hanno bisogno di queste opportunità più che dei soldi a pioggia per svilupparsi e rialzarsi dopo questo periodo difficile”.

Sono parole della Sottosegretaria allo Sport, Valentina Vezzali, rivolgendosi ai ragazzi degli istituti scolastici di Monte Giberto, paese di 700 abitanti in provincia di Fermo, dove questa mattina è stato inaugurato l’impianto sportivo polivalente, il cui recupero funzionale è stato permesso dal fondo “Sport e Periferie”.

“È in campi come questi – ha aggiunto ancora Valentina Vezzali - che sono nati grandi campioni, ma soprattutto si sono formati uomini e donne che hanno appreso qui il rispetto delle regole, dell’avversario, dell’arbitro ed anche come giocare in squadra. Ecco perché inaugurare un impianto sportivo significa scrivere già il nostro futuro. Un euro speso nello sport è un euro speso bene. Dobbiamo continuare ad investire nello sport e nell’impiantistica sportiva ed, in tal senso, il fondo “Sport e Periferie” è uno strumento eccezionale. In questi anni sono stati 520 gli interventi finanziati per un totale di circa 273milioni di euro. Sull’impiantistica sportiva e sullo sport come coesione sociale, poi, si sviluppano le linee del PNRR che prevede investimenti per un totale di 1 miliardo di euro”.

“Vi affidiamo questo impianto – ha concluso Valentina Vezzali rivolgendosi ai ragazzi presenti all’inaugurazione - godetevelo e formatevi alla vita attraverso lo sport. Lo sport vi ricambierà facendovi crescere come uomini e cittadini”.

All’inaugurazione del campo polivalente del piccolo comune marchigiano, erano presenti, oltre alle autorità locali, anche il Presidente della Regione Marche, Francesco Acquaroli, il Presidente del CONI Marche, Fabio Luna e Vito Cozzoli, il Presidente ed Amministratore delegato di Sport e Salute, la Società che ha seguito con il suo ufficio “Sport e Periferie” la ristrutturazione dell’impianto di Monte Giberto.

“Questo – ha spiegato Cozzoli - è uno dei 77 mila impianti sportivi del territorio nazionale, molti dei quali sono nelle cosiddette aree interne, spesso sottovalutate rispetto alle grandi città. È uno dei dati che emerge dal censimento nazionale degli impianti sportivi che è praticamente completo e che ha già un percorso condiviso di presentazione dei risultati visibile sul sito della Società. Permette a tutti, soprattutto agli enti locali, alle regioni, alle strutture scolastiche, di avere una mappa di come e dove agire, di quali opportunità cogliere. Non esiste solo la rigenerazione urbana, esiste la rigenerazione dei territori che parte anche dallo sport. Il Recovery – ha concluso ancora il Presidente di Sport e Salute - offrirà nuove opportunità di sviluppo dal punto di vista ambientale e digitale. Con il Dipartimento per lo Sport e con la Sottosegretaria siamo pronti a realizzare altre opere come questa. Speriamo altrettanto belle”.

 

Segui Sport e Salute sugli account social ufficiali per tutti gli aggiornamenti:

FacebookInstagramTwitterLinkedinTelegram

 

Potrebbe interessarti anche